migliori tablet sotto i 300 viagra prezzo dove acquistare la pillola di bug
PAGINE

LE VILLE PALLADIANE

Posted by marta

villa

Le Ville Palladiane sono un insieme di ville venete concentrate tra le provincie di Venezia, Treviso e Vicenza edificate intorno alla metà del cinquecento dall’architetto Andrea Palladio per le famiglie più importati del luogo.

Tra il 1994 e il 1996, 24 Ville Palladiane sono state inserite nella lista Patrimonio dell’umanità UNESCO.

Il Vostro autista Vi guiderà alla scoperta di 2 delle più belle ville palladiane combinando le visite con una sosta a Treviso, affascinante provincia Veneta, e ad Asolo, perla delle colline trevigiane.

PARTENZE DA TREVISO O VENEZIA

ITINERARIO:

- Treviso, città incantevole con i suoi canaletti ed i suoi palazzi medievali molti dei quali affrescati da Tommaso da Modena.

- Asolo, città dai 100 orizzonti. Perla delle colline trevigiane, il paesino del XV secolo,offre scorci mozzafiatoed angoli pittoreschi. Asolo fu scelta come meta da Robert Browning ed Eleonora Duse, musa ispiratrice del D’Annunzio.

Villa Barbaro, completata nel 1565, fu progettata da Andrea Palladio per Daniele Barbaro, patriarca di Aquileia e ambasciatore di Elisabetta I d’Inghilterra. Al suo interno, affreschi di Paolo Veronese e sculture di Alessandro Vittoria. Villa Barbaro è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità nel 1996.

- Villa Emo, progettata da Andrea Palladio nel 1559 per la famiglia Emo di Venezia e rimasta di loro proprietà fino al 2004, anno in cui fu venduta.  Dal 1996 viene preservata come parte del Patrimonio dell’Umanità.

Share

I TESORI NASCOSTI

Posted by marta

asoloIl Veneto è una regione tutta da scoprire. Tanti luoghi ricchi di storia vivono spesso all’ombra della più rinomata Venezia.

Vi guideremo alla ricerca dei tesori nascosti del nostro territorio.

  

ITINERARIO :   partenza da Treviso o Venezia

 

 

 

 

 

- Marostica, piccola cittadina medievale la cui cinta nuraria risulta ancora pressochè intatta. Lungo tutte le mura è ancora possibile vedere le torri medievali poste ad intervalli regolari. Marostica è un piccolo paese e il suo centro si sviluppa tutto intorno alla Piazza Castello, famosa per la scacchiera dipinta sul suo pavimento. Secondo la legenda, nel 1454, Rinaldo da angarano e Vieri da Vallanara giocarono un’importante partita a scacchi proprio a Marostica su una enorme scacchiera dipinta in occasione speciale in Piazza Castello, motivo della partita era la mano di Leonora, figlia del Signore del casello, Taddeo Parisio. Dal 1954, questa partita viene riproposta ogni due anni ed è diventata un’occasione di festa per il paese ed una grande attrazione turistica. Le pedine viventi, vestite con abiti del XV secolo,  si alternano sull’enorme scacchiera riproducendo una vera e propria partita di scacchi.

- Bassano del Grappa, attraversata dal fiume Brenta, è una delle più popolate e ben sviluppate città del Veneto. Le sue attività industriali sono in continua crescita così come le attività culturali e la gastronomia, i cui prodotti principali sono l’asparago e la Grappa. Tutto il paese e pieno di meravigliosi edifici arricchiti da preziosi ornamenti.
Nella centrale Piazza Monte Vecchio si trova l’imponenete Palazzo del Monte di Pietà e la Casa Dal Corno Bonato, la cui facciata fu affrescata da Jacopo da Ponte; accanto troviamo la Piazza della Libertà dove sorge la neoclassica chiesa San Giovanni costruita nel XIV secolo dall’architetto Giovanni Miazzi. Di grande importanza anche la Loggia del Comune del XV secolo. La perla di Bassano rimane però il ponte di legno progettato da Andrea Palladio in un materiale tale da rendere la struttura più flessibile e duqneu resistente al fiume. Il ponte fu spesso danneggiato, dal fiume e dai bombardamenti, ma fu smpre riparato seguendo il disegno del Palladio. L’ultima ristrutturazione avvenne nel secondo dopo guerra per merito degli Alpini.  

- Asolo, piccola cittadina circondata da mura antiche, conosciuta come il paesino “Dai Cento Orizzonti, Asolo è uno dei più affasciananti borghi medievali d’Italia e gioiello della regione Veneto. La sua straordinaria posizione e il clima mite hanno fatto di Asolo un centro rinomato fin dalla prestoria e più tardi, centro di insediamento per la gente del Veneto. Asolo è stato luogo di ristoro per il poeta Robert Browning e per l’esploratrice Freya Stark.

Villa Barbaro, completata nel 1565, conosciuta anche come Villa di Maser, progettata e costruita da Andrea Palladio, con affreschi di Paolo Veronese e sculture di Alessandro Vittoria per Daniele Barbaro, Patriarca di Aquileia e Ambasciatore per la Regina Elisabetta I d’Inghilterra. Villa Barbaro fu nominta nel 1996 Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO.

Share

 

dolimiti

In data 26 giugno 2009 il “World Heritage Committee” ha inserito le Dolomiti nella lista del Patrimonio universale dell’Umanità UNESCO, come bene naturale da salvaguardare!

Il Vostro autista Vi guiderà alla scoperta di alcuni dei luoghi più suggestivi delle Dolomiti. Un’esperienza indimenticabile tra scenari mozzafiato.

 

ITINERARIO: partenze da Treviso o Venezia

- Pieve di Cadore, luogo che diede i Natali a Tiziano, maestro rinascimentale.

- FOTO STOP al trampolino Olimpico sulla strada per Cortina.

- Cortina d’Ampezzo, conosciuta come “La Perla Delle Dolomiti”, grazie alla sua posizione nel mezzo di un’ampia vallata, circondata da splendide montagne come il  Tofane, Monte Cristallo e Croda da Lago. Cortina ospitò i Giochi Olimpici Invernali nel 1956.

- Lago Misurina, il più grande lago naturale del Cadore,  1,754 metri sul livello del mare.

- Tre Cime di Lavaredo, sono tre delle cime più famose delle Alpi, e sicuramente le più famose delle Dolomiti, una delle meraviglie naturali più conosciute nel mondo dell’ alpinismo.

Share

English Version